Didattica Antivirale e il ruolo delle grandi aziende del settore IT nei primi due appuntamenti di Virtuali & Virtuosi

Didattica a distanza a Virtuali & Virtuosi.
19/05/2020

Primi due appuntamenti per la sezione forum di Ceilings VR:

  1. Didattica Antivirale(Mirella Castigli / Mauro Francesco Minervino / Maurizio Mazzoneschi – moderato da Maurizio Lucchini)
  2. Quando le multinazionali decidono come dovrai imparare ( Maurizio Mazzoneschi – moderato da Maurizio Lucchini)

 

La didattica a distanza non può essere sostitutiva a qualla in presenza.

Andrebbe privilegiato un uso etico e consapevole degli strumenti digitali. L’interazione, la socialità, la collaborazione dovrebbero essere maggiormente considerati anche nell’insegnamento a distanza.

Ci sono però anche aspetti positivi, sicuramente in questo periodo storico, la DaD, è stata la miglior soluzione all’impossibilità di frequentare aule e laboratori, però vista come sostituto emergenziale, a breve termine.


Queste alcune riflessioni scaturite dal confronto tra Mirella Castigli, Maurizio Mazzoneschi e Mauro Francesco Minervino e dall’interazione con i partecipanti.

Guarda alcuni momenti dei seminari

Il ciclo di seminari Virtuali & Virtuosi è curato da Maurizio Lucchini, Sonia Golemme, Maria Teresa Renzulli

Approfondimenti 

I rischi di affidarsi ai colossi della tecnologia per la didattica a distanza  Articolo di Maurizio Mazzoneschi su Internazionale

Didattica a distanza: fuori dall’emergenza! Articolo di Maurizio Mazzoneschi su Pillole di Informazione Digitale

Intervista a Maurizio Mazzoneschi durante la trasmissione sulla Didattica di Radio Onda Rossa 87.9

 

Tavola rotonda sulla Didattica a Distanza su Scenarigitiali.info – Cinque domande  poste a: un docente universitario (che insegna Matematica in diverse Università milanesi, compreso il Politecnico di Milano), due docenti dell’Accademia di Belle Arti (di Bologna e Catanzaro), il tecnologo ricercatore dell’Indire (che coordina il team che si occupa del progetto “Maker@Scuola”) e un formatore (laboratori di pedagogia hacker, corsi sulla privacy, data journalism) esperto di software Open source.

TAVOLA ROTONDA sulla Didattica a Distanza: a che punto è la Formazione Digitale?

LINK siti di approfondimento emersi durante il dibattico

ADA (Ambiente Digitale di Apprendimento). Piattaforma e-learning Open Source

ILIAS. Piattaforma e-learning Open Source

Moodle. Piattaforma e-learning Open Source

Cos’è il software libero

Open Source Initiative

GDPR (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati**)**

Didattica a distanza – Ministero dell’Istruzione e Ministero dell’Università e della Ricerca

Steve’s. Apprendimento digitale e dintorni

Aspetti “economici” della didattica a distanza, in scacco al web

Mantellini M., Il divario digitale è una zavorra per l’Italia in “Internazionale”

Testa A., Il prologo poco conosciuto del caso Cambridge Analytica, in “Internazionale”

Ippolita, Tecnologie del dominio, Meltemi 2017

Ippolita, Il lato oscuro di Google, Milieu 2018

Del Rey A., La tirannia della valutazione, Eleuthera 2018

Trocchi A., Internet Mon Amour – Cronache prima del crollo di ieri, Ledizioni 2019

C.I.R.C.E. Centro Internazionale di Ricerca per la Convivialità Elettrica

Pillole di informazione digitale

Pedagogia hip-hop / Davide Fant Blog

 

Rassegna stampa

DIDATTICA ANTIVIRALE: La Didattica a distanza (DAD) all’evento Virtuali & Virtuosi dell’ABA di Catanzaro – Scenari Digitali
Ciclo di incontri Virtuali & Virtuosi | C.I.R.C.E.

 

 

Mirella Castigli

Mirella Castigli (su Twitter: @CastigliMirella), giornalista pubblicista, dal 2000 ha collaborato con PC Magazine, Computer Idea, dal 2004 al 2007 con VNUnet, dal 2007 al 31marzo 2017 con ITespresso.it.

Con il progetto delle “Linee guida per la promozione della cittadinanza digitale: E-democracy”, ha collaborato con il Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie.

Libri pubblicati: “I motori di ricerca nel Caos della Rete” (ShaKe edizioni, 2000); “Mela Marcia” (Agenzia X, 2010); “Faccia da Web” (Reg. Toscana e Dip. della Gioventù della Pres. del Consiglio dei Ministri); “Zero Privacy” (Videa #InstantBook, 2014).

Nel 2013 ha collaborato con DigiArte 2013 – 10th edition, dedicato ai Google Glass.

Nel 2016 ha fondato ScenariDigitali.info, blog sulla trasformazione digitale nella didattica, nel mondo del lavoro (Smart working), nei mercati IT verticali (dal mercato smartphone al mercato digitale a 360 gradi), con focus sui principali Big IT e sulle tendenze in atto. .

Mauro Francesco Minervino

Mauro Francesco Minervino, è docente di Antropologia Culturale – Etnologia, Antropologia dell’Arte, Sociologia dei Nuovi Media e Comunicazione Pubblicitaria presso l’ABA di Catanzaro.
Il perimetro dei suoi studi e ricerche si estende dai temi del testo etnografico alla letteratura di viaggi, alle fenomenologie culturali collegate alla comunicazione pubblicitaria e del linguaggio dei nuovi media, alle pratiche del consumo e del turismo contemporaneo. E’ inoltre impegnato e protocolli internazionali di ricerche su multiculturalismo e su minoranze (Rom, Arbreshe, Ebrei) in diversi paesi d’Europa, e su aspetti delle Culture Euro-Mediterranee nel processo di modernizzazione. Scrive critica d’arte, di teatro, dei linguaggi della comunicazione artistica e dei movimenti di innovazione presenti sulla scena contemporanea.
Fa parte della sezione di Antropologia e Letteratura dell’Associazione Italiana di Scienze Etnoantropologiche (Roma). E’ membro del Centro Interuniversitario di Ricerche sul Viaggio in Italia (Torino-Ginevra). Collabora con testate giornalistiche, e per quotidiani e riviste come notista scrive di viaggi, di culture e di incontri in giro per il mondo (suoi articoli sono stati pubblicati da “Unità”, “Il manifesto”, “Il Mattino”, “Il Riformista”, “Gazzetta del Sud”, “Il Quotidiano della Calabria”, “International Herald Tribune”).
È stato tra i collaboratori del settimanale «Diario» ed è autore di programmi per le testate radio e video di Rai e di Radio3. E’ autore di programmi di successo di Rai-libro come “42° parallelo – Leggere il ‘900”, con Maria Pia Ammirati e Gabriele Vacis, di “Babele-Magazine” con Corrado Augias, e Le Meraviglie di Radio3.
Con la fotografa Giuliana Traverso nel 2002 ha esposto a Palazzo Ducale a Genova la mostra “Genova. Immagini di città. Quarantasei fotografie raccontate”.
Nel 2016 è stato autore-ospite dell’Istituto Italiano di Cultura di Francoforte sul Meno (Germania), per un ciclo di conferenze e dibattiti sulla narrativa contemporanea e il Sud.
Dal 2003 al 2016 è stato responsabile editoriale di Abramo Editore (Catanzaro). Dal 2011 al 2012 ha diretto a Parma la divisione editoriale di MUP (Fondazione Monte Università Parma).
Ha diritto e coordinato la rivista trimestrale “Catanzaro – Arberhia”, pubblicata dalla Provincia di Catanzaro – Ass. Politiche Sociali (Abramo Ed, Catanzaro. Attualmente collabora, in qualità di consulente editoriale senior, con Luigi Pellegrini Editore (Cosenza), per il quale dirige il settore Studi Sociali e Antropologici, e la collana di letteratura italiana e internazionale “Itaca, Itaca”.
Ha insegnato Antropogeografia ed Etnologia delle Culture Mediterranee presso il Dams dell’Università della Calabria sino al 2006, e attualmente collabora in qualità di visiting e di professore a contratto per alcune università italiane. Ha svolto attività di ricerca in collaborazione col Dipartimento di Italianistica dell’Università “Attila Jozsef” di Szeged (Ungheria).
In Ungheria, regione di Csongrad, nell’area di confine con la Transilvania Rumena, nel 2002 ha girato il documentario etnografico dal titolo “Lontani, vicini. Zingari e Cigànyok (Calabria – Ungheria andata e ritorno). Immagini di un viaggio tra i Rom dalla Calabria a Szeged”. Suoi saggi e volumi sono stati pubblicati da Guida Ed. (Napoli), Riza (Milano), Franco Angeli (Milano), Abramo Ed. (Catanzaro) Erga Ed. (Genova), Book (Bologna), Mondadori (Milano), Ediesse (Roma).
In qualità di scrittore e saggista, con il volume Senza fine, senza terra. gli è stato assegnato il premio “Anassilaos” per la saggistica 2003. Con il volume La Calabria brucia (Ediesse, Roma) nel 2011 ha vinto il premio per la narrativa Euro-Mediterranea della Fondazione Carime (Cosenza), e il Premio Internazionale A. Negri (Mibact – Fondazione Negri-Mondadori, Milano), e con il volume Statale 18 (Fandango, Roma, 2010) il Premio Hombres – Letteratura 2014 (L’Aquila). Nel 2014 per il suo lavoro di ricerca nel settore antropologico e delle scienze sociali, gli è stato conferito il Premio Internazionale di Filosofia, Karl-Otto Apel.

Maurizio Mazzoneschi

Esperto di tecnologie della comunicazione, programmatore, formatore, Maurizio “Graffio” Mazzoneschi è tra i soci fondatori di Lynx, una società che sviluppa software per e-learning, con un approcio orientato all’open source.
Si occupa di comunicazione e nuovi media da metà degli anni ottanta, di open data, knowledge management, data journalism.
Amante e utilizzatore di software libero

Ha coordinato “OnLynx” – rivista online di riflessioni su ipertesti, internet e didattica.
Dal 1995 e’ stato autore, con il team di Lynx, di alcuni dei software didattici della linea edutainment.
Dal 2000 si occupa di e-learning ed e’ coautore di ADA (Ambiente Digitale per l’Apprendimento), il sistema elearning di Lynx.
E’ stato autore di articoli per il portale di risorse per la classe Altrascuola
Ha coordinato OventHack, un progetto di scambio e formazione sull’uso delle nuove tecnologie con gli insegnanti di una scuola secondaria in territorio zapatista, in Chiapas (Messico).
E’ stato sysop di AVaNa bbs, storica BBS romana che si è occupata di diritti digitali, dal 1990 aderente alla rete CyberNet. E’ tra i fondatori di AvANa net, con base nel Centro Sociale a Forte Prenestino, che ha organizzato dal 1994 molti seminari e corsi di formazione sul software libero e gli strumenti della comunicazione.
Dal 2001 tiene lezioni in diverse università italiane e conferenze in eventi legati al software libero ed all’e-learning. Attualmente si occupa principalmente di progettare, raccogliendo e formalizzando le esigenze dei clienti, e coordinare la realizzazione di applicazioni e portali web.
Ha progettato e sviluppato decine di applicazioni per il web, molte delle quali dedicate alla formazione a distanza, utilizzando diversi linguaggi, ambienti e framework di sviluppo.
Ha insegnato data journalism nel corso per giornalisti della Fondazione Basso di Roma, i cui materiali di supporto si possono trovare nella piattaforma e-learning, realizzata con software libero. (https:/corsi.graffio.org)
Attualmente è consulente RAI per lo sviluppo dei progetti informativi e tiene laboratori di pedagogia hacker per insegnanti, studenti, genitori collaborando con il Centro Internazionale di Ricerca C.I.R.C.E. (https://circex.org/)
Di tanto in tanto scrive una pillola di informazione digitale nel suo blog (https://graffio.noblogs.org).

Potrebbero interessarti anche...