Il risveglio dello schermo narrante

8 giugno 2020 a cura di Antonio Rollo

Il risveglio dello schermo narrante – Dalle origini della net.art all’arte in rete al tempo del covid-19

https://www.0280.org/covid-sound/mixer/

https://www.0280.org/covid-sound/home/random_gif.php

https://www.0280.org/covid-sound/cz/geo.php

https://www.0280.org/covid-sound/home/cz.php

 

 

Antonio Rollo

Artista del computer, teorico dei nuovi media e consulente di comunicazione transculturale, ha fatto del computer uno strumento di lavoro e vita. Il computer diventa oggetto di espressione artistica e di ricerca sui nuovi linguaggi nati con le tecnologie informatiche. Il suo lavoro in rete è una sintesi di progettazione partecipata ed estetica computazionale. Abita il cyberspazio sin dalle sue origini.
Nel 1995 è parte della collezione della Galleria d’Arte Moderna di Torino con la prima opera di computer grafics acquisita.
Si Laurea nel 1999 con una tesi in Intelligenza Artificiale e Musica per la facoltà di Scienze dell’Informazione dell’Università di Torino.
Nel 1999 insieme ai partner torinesi Sebastiano Vitale e Luca Barbeni nasce il gruppo 80/81 che inizia la progettazione di un isola on-line in cui vengono esplorati ambienti digitali modellati secondo nuove dinamiche di rappresentazione dello schermo interattivo. Il progetto Island.8081 (8081.com) è definito nel 2004 da Nora Barry ‘web cinemà su “A History of Digital Cinema” del MIT Press e continua ancora a ricevere consensi di pubblico e critica.
Nel 2007 Bruce Sterlig lo menziona tra i dieci siti di Net-Art italiani.
Nel 2003 partecipa come consulente creativo con l’ATI TO2006 alla gara per l’assegnazione delle Cerimonia di Apertura e Chiusura delle XX Olimpiadi Invernali di Torino2006.
Alla fine dello stesso anno si trasferisce a Los Angeles dove diventa vice presidente di Hell.com e lavora a nuovi format televisivi con la Gery Smith Production.
Nel 2005 ritorna nel Salento dove sviluppa pratiche di social networking e disegna il primo video blog italiano per la Notte della Taranta insieme a Carlo Infante e Raffaella Rivi. Insieme ad Alessandro Santoro rifonda la storica Associazione Culturale Oistros, chiusa negli anni Settanta, che insieme a Martin Petric ha preso la forma di una Casa Editrice. Dal 2005 al 2009 è docente di Computer Graphics presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce. Nel 2007 è direttore artistico e fondatore dello StreamFest: il primo festival internazionale sui Nuovi Media nel Salento.
Dal 2009 è docente di Computer Art presso l’Accademia di Belle Arti di Bari.

Potrebbero interessarti anche...